Come non scrivere un annuncio di lavoro per startup

Pubblicato da Simona Lauri il in How to...

frasi-startupElenchi infiniti di linguaggi di programmazione, tecnologie front-end e back-end a volontà, conoscenze di diversi database, il tutto senza scrivere due righe informative sul progetto o sul tipo di collaborazione.

Nel migliore dei casi questi annunci hanno dei confusi riferimenti alla possibilità che il ninja in questione creda nel progetto e diventi cofounder.

Ecco alcuni punti da tenere:

  1. Evitate elenchi infiniti di skill.
  2. Chiedetevi quante persone vi servono.
  3. Scrivete due righe sul progetto.
  4. Siate chiari sul tipo di collaborazione.
  5. Evitate supercazzole. Molti di questi annunci sembrano presi da spot tv. Siate chiari e semplici. Più il vostro annuncio è complesso e contorto e più sarete guardati con sospetto.

Leggi tutto

Grazie a Raffaele Gaito

Catchstaff‘s insight:

TIPS per scrivere un #annuncio di ricerca #cofounder che risulti efficace.

Ritieni di avere un’idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?

Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff

Commenti

commenti

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.

Simona Lauri

Communication e Marketing Manager. Psicologa ha conseguito un Master in Psicologia Clinica Strategica, in formazione come psicoterapeuta presso la Scuola Quadriennale di Terapia Breve Strategica di Arezzo. Si sta perfezionando in Marketing e Comunicazione.

Commenti (3)

  • Emanuele

    |

    Ok, sarò critico: va benissimo questo articolo. Lodevole spingere verso degli annunci meno da militari in guerra (“preparati a saper fare un’infinità di cose, la guerra la scoprirai dopo”), ma… ci credete davvero?
    Questa proposta di lavoro http://www.catchstaff.com/it/annuncio/83-ricerca-di-co-fonder-sviluppatore-web-nel-settore-e-commerce parte da voi. A me sembra fin troppo vicino al tipo di annunci che non vorremmo più vedere… :-|
    Ciao,
    Emanuele

    Rispondi

    • Simona Lauri

      |

      Ciao Emanuele e grazie per il tuo commento! In realtà, per quanto riguarda, la parte relativa all’elenco delle skill, hai ragione, ma noi stessi, stiamo testando in prima persona come questo sia, talvolta, inevitabile. Per il resto, cerchiamo il più possibile di dare una voce ed un “volto” alle varie aziende e start-up che postano gli annunci e come team, all’interno del portale, stiamo lavorando sempre di più in questa direzione.
      Continua a seguirci

      Simona

      Rispondi

      • Emanuele

        |

        Simo, la mia critica non era tanto verso le skill richieste (tutte abbastanza collegate tra loro in questo caso) quanto, piuttosto, verso la scarna descrizione del progetto e dell’offerta di lavoro.
        Descrivere ciò che si dovrà fare in maniera più dettagliata non costa nulla e può incentivare qualcuno ad appassionarsi ancor di più all’offerta di lavoro…
        Ciao,
        Emanuele

        Rispondi

Lascia un commento

Catchstaff
Hai un'idea innovativa e stai cercando un team per realizzarla?
ENTRA IN CATCHSTAFF