Le tendenze del social media marketing nel 2014

Pubblicato da Simona Lauri il in Web reputation

social-media-2014Social media marketing? Niente di più “volatile” a livello di strategie di lungo termine. I social network aggiungono o modificano funzioni?

Ecco che tutto quello che stavi facendo su quel canale deve essere fatto in maniera differente.

Ecco quindi qualche previsione e anticipo di tendenze sul 2014 che emergono “spiluccando” su web (lasciando stare chi si azzarda a prevedere che Google comprerà Twitter…che resterebbe una gran mossa.

  1. SEO e social media sono sempre più compenetranti, non trattateli come compartimenti stagni
  2. La social influence (quella misurata da Klout, per capirsi) verrà monetizzata. Probabilmente qualcuno troverà un modello di business facilmente applicabile, o forse si continuerà a cercarlo. Declino – speriamo precoce – per quelle celebrità che utilizzano i loro account per fare “inserzioni a pagamento”. Vedasi Alessia Marcuzzi, in Italia.
  3. Pagare per ottenere un minimo di visibilità su Facebook è la regola (a meno che la vostra non sia una pagina di cazzeggio). Sempre di più per i brand la visibilità su Facebook costa.
  4. Aumentare i fan su Facebook è importante per aumentare l’esposizione al pubblico del proprio brand non per una pubblicità gratis ai propri contenuti. Sono passati i tempi in cui internet era il terreno del “mostro gratis quello che faccio e quello che dico a tanta gente”. L’esposizione del brand, la presenza e la continuità di questa oggi sono i plus a cui aspirare
  5. Il termine marketing contenutistico parla della diffusione di qualche genere di contenuto. Nel 2014 bisognerà approfondire ed affinare ancora di più queste tecniche di creazione e gestione di contenuti, continuare nella strategia di trasformare il proprio brand in un editore, selezionando i giusti argomenti e il giusto modo di presentarli
  6. Sempre più vincenti grandi contenuti sporadici piuttosto di contenuti mediocri spesso: premia sempre meno la bassa qualità e coinvolge invece il contenuto interessante e ben studiato.
  7. Condividete contenuti foto e video: le persone sono coinvolte maggiormente da contenuti visivi che da quelli testuali. Continueranno quindi a crescere Instagram, Vine, SnapChat…i “social visuali”.Non dimenticateli.
  8. Alcuni ricerche che le aziende che hanno un blog riesco a generare anche il 67% di contatti in più ogni mese, rispetto alle aziende che non ce l’hanno: contenuti educativi, d’informazione, di approfondimento sono – e restano – uno dei migliori modi per farsi trovare dai clienti e farsi riconoscere una certa autorità in materia.

Leggi l’intero articolo

Commenti

commenti

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.

Simona Lauri

Communication e Marketing Manager. Psicologa ha conseguito un Master in Psicologia Clinica Strategica, in formazione come psicoterapeuta presso la Scuola Quadriennale di Terapia Breve Strategica di Arezzo. Si sta perfezionando in Marketing e Comunicazione.

Lascia un commento

Catchstaff
Hai un'idea innovativa e stai cercando un team per realizzarla?
ENTRA IN CATCHSTAFF