13 regole per Motivare il Tuo Team

Pubblicato da Simona Lauri il in How to..., Team Building

motivazioneUno dei temi più trattati dalla psicologia è la motivazione. Questo tema sta assumendo, oggi, un peso sempre più rilevante nella formazione e nella gestione delle risorse umane, e la sua importanza cresce sempre più in funzione dell’accelerarsi del processo di terziarizzazione dell’economia italiana.

Premetto che di solito evito di parlare di trucchi, segreti o regolette, quando si parla di tematiche legate alla personalità ma, in questa occasione mi sembrava utile stabilire dei punti chiave sui quali focalizzare la tua attenzione.

Per questo ho deciso di pubblicare queste riflessioni sotto forma di 20 segreti. È bene imparare a limitare il consumo eccessivo di informazioni.

1. Dai sempre un feedback: Il Feedback è il processo attraverso il quale si forniscono informazioni di ritorno derivanti dal un comportamento o una azione. L’assenza totale di feedback porta all’apatia. Se tronchi il feedback, le loro menti ne elaboreranno uno personale, spesso basato sulle loro peggiori, ansie, paure e angosce; e così inizieranno a fantasticare “non mi ha detto nulla perché ce l’ha con me” o peggio “non ci dice niente perché siamo in crisi già sta pensando a come mandarci a casa” . Inoltre, considera che gli esseri umani bramano un feedback reale basato su dati concreti, non semplici commenti condiscendenti e tranquillizzanti “non ti preoccupare sei bravo quello che fai va sempre bene”. I buoni risultati richiedono un feedback continuo e, se si pretende il massimo dai collaboratori, si deve per forza essere aggiornatissimi sui numeri e su quello che significano.

2. Impara ad essere di esempio: In un momento di incertezza come quello in cui viviamo le persone sono alla continua ricerca di esempi da seguire, sono alla ricerca di qualcuno che ha già fatto quella esperienza, l’ha fatta bene e ha vinto. Niente è più motivante che un esempio concreto di successo da seguire alla portata di mano. Se vedo che una persona più o meno simile a me, che ha avuto successo lavorando, mi convincerò che posso averlo anche io. Quando sei in prima linea e risolvi i problemi da solo, stimoli gli altri a fare lo stesso; quando fai le cose che vorresti facessero loro, li ispiri. Cerca quindi di essere una fonte di ispirazione.

3. Dici sempre la verità: I grandi leader hanno tutti la stessa abitudine: dicono la verità senza esitare, a differenza di tanti altri manager inefficaci. La verità del resto è difficile da nascondere. Meglio è comunicare sempre le informazioni anche quando sono negative.

4. Non perdere mai di vista il risultato: Concentrati sui risultati. Conquisterai sempre ciò per cui ti impegni intensamente. Se ti concentri soltanto sulle attività, ecco cosa otterrai: un mucchio di attività. Ma se ti focalizzi sui risultati, allora otterrai un mucchio di risultati.

Continua a leggere

Catchstaff‘s insight:

La motivazione è ciò che spinge ogni essere umano a compiere e realizzare i gesti della vita quotidiana, da quelli più semplici a quelli più complessi. Cosa fare, allora, per motivare un gruppo?

Ritieni di avere un’idea innovativa e sei alla ricerca di un team per realizzarla?  Pubblica il tuo annuncio su  www.catchstaff.com

Seguici su facebook https://www.facebook.com/catchstaff

 

Commenti

commenti

Tags: ,

Trackback dal tuo sito.

Simona Lauri

Communication e Marketing Manager. Psicologa ha conseguito un Master in Psicologia Clinica Strategica, in formazione come psicoterapeuta presso la Scuola Quadriennale di Terapia Breve Strategica di Arezzo. Si sta perfezionando in Marketing e Comunicazione.

Lascia un commento

Catchstaff
Hai un'idea innovativa e stai cercando un team per realizzarla?
ENTRA IN CATCHSTAFF